Rifugio non custodito del Monte [1614 m]


Proprietà: 

COMUNE DI FANO ADRIANO, tel 0039 0861 95124

- Custode: - - Link:  http://www.comunefanoadriano.it/ Periodo di apertura: Sempre aperto, previo ritiro delle chiavi -


loading map..
Nazione : Italia - Regione : Abruzzo -
Area montuosa : Gran Sasso - Valle : Valle del Vomano - Latitudine: 42.49563, Logitudine: 13.50511

Tra grandi massi affacciato sul Vallone Fosso del Monte, alle pendici del Monte Corvo

Accesso: Rifugio Prato Selva, raggiungibile da Teramo lungo la S.S. 80 deviando per Fano Adriano (38 km)

località di partenza: Rifugio Prato Selva, raggiungibile da Teramo lungo la S.S. 80 deviando per Fano Adriano (38 km) - quota di partenza 1375 metri - dislivellos: 460 metri
tempo di percorrenza: 2 ore e 30 minuti - difficoltà: Escursionisti [E]


Dal parcheggio presso il Rifugio Prato Selva si risalgono gli impianti da sci e, aggirato il Colle Abetone 1773 m, si segue la cresta successiva fino alla località Piana San Pietro 1890 m circa. Verso E si scende brevemente al rifugio, mimetizzato tra grossi massi. Nei periodi di apertura della seggiovia di Colle Abetone, questa permette di ridurre i tempi di accesso a 1 ora

Trasporti pubblici

Autobus a Fano Adriano e Intermesoli - autolinee ARPA


 Traversate

Al Rifugio non custodito Fioretti Domenico 1500 metri (EE; 4 ore).
Traversato il Vallone Fosso del Monte ci si approssima al piede del crestone di Monte Corvo e, con un lungo diagonale verso sinistra, si risalgono ripidi pendii erbosi. Intorno ai 1900 metri di quota si attraversa la Conca Capovelle, al termine della quale un vago groppone porta in discesa alla Valle Venacquaro. Verso l'alto si valica la Sella Venacquaro 2236 m, dalla quale scendere allo stazzo Solagne e alla Masseria Vaccareccia, dove sorge il rifugio.


 Ascensioni

Monte Corvo (vetta Orientale) 2623 m per la cresta NE (EE/F; 3.30 ore). Dal rifugio si traversa in salita il Vallone Fosso del Monte per mettere piede sulla lunga cresta NE, che delimita il vallone stesso sulla sinistra. L'unico ostacolo roccioso lungo la cresta oppone due spuntoni, il primo dei quali viene superato direttamente, mentre il secondo si evita sulla sinistra (E) per proseguire più facilmente fino in vetta


 Bibliografia

S. Ardito, I rifugi dell'Appennino centrale, Guide Iter, Subiaco 2010
L. Grazzini, P. Abbate, Gran Sasso d'Italia, Guida dei monti d'Italia, CAI TCI, Milano 1992


 Cartografia

Ente Parco 1:50.000 Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
CAI 1:25.000 Gran Sasso d'Italia


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

del Monte

  • Riscaldamento
  • Acqua fredda
  • Possibilità di cucinare
 Posti letto
10
Altre dotazioni

Necessari sacco a pelo e materassino