Sulla costruenda Casa delle guide Val Masino

Ultimo aggiornamento il: 09/05/2018 09:52:01


Sulla costruenda Casa delle guide Val Masino

Sollecitato ad esprimere un parere in merito alla prossima realizzazione della tanto attesa "Casa delle Guide" in Val Masino dico subito che da una lato non posso che essere lieto che la valle si attrezzi per valorizzare le risorse turistico ambientali a lei peculiari. D'altro canto mi sorgono invece numerose perplessità peraltro in parte confermate da un breve colloquio telefonico avuto con Gian Piero Mazzoni della C. M. di Morbegno.
Mi chiedo ad esempio se prima di realizzare un simile impianto dal costo di circa 1500 milioni, siano stati fatti dei piani economici circa il futuro della sua gestione e le possibilità di avere bilanci attivi secondo elementari regole di imprenditorialità. Se non sbaglio il costo di gestione di un' opera di questo tipo si aggira attorno al 10% del suo valore; è sperabile che per lo meno si abbiano dei dati che permettano di assicurare che tale somma non sarà ancora una volta caricata ai contribuenti. Allo stato attuale non è ancora certo a chi verrà affidata la gestione, non si sa se l'impianto sarà impostato tipo ostello oppure tipo piccolo albergo, non è ancora chiaro chi potrà usufruirne e come. Ma se c' è incertezza su questi punti immagino allora che non sia stata fatta neppure un'indagine previsionale sullo stato di salute del turismo escursionistico, alpinistico e arrampicatorio che in proiezione permetta di stabilire con una certa sicurezza dei dati economici realistici. Ho imparato negli anni che un vero imprenditore pone sul tappeto questi quesiti e molti altri ancora prima di spendere un quattrino. Ma è solo con questi presupposti che le cose possono sperare di avere solide basi; in questo caso mi sembra che proprio non ci siamo. Il perché è intuibile. C' è da sperare che per l'altra utilissima e necessaria iniziati va, quella di un campeggio organizzato, ci si sia mossi con maggior criterio. Ma questa è tutta un'altra questione.