Rifugio d'I Paliri [1055 m]


Proprietà: Parc Naturel Régional de Corse - Custode: Presente da giugno a ottobre - Link:  http://www.le-gr20.fr/pages/les-refuges/le-refuge-d-i-paliri.html Periodo di apertura: Sempre aperto previa prenotazione - Prenotazioni: Prenotazioni al sito http://www.parc-corse.org/vad/ - oppure presso i centri informazioni del parco a Calenzana, Conca, Ajaccio -

loading map..
Nazione : Francia - Regione : Corse -
Area montuosa : Monti della Corsica meridionale - Valle : Vallée de la Solenzara - Latitudine: 41.79415, Logitudine: 9.25957

Il rifugio, circondato dai pini, è stato costruito in posizione suggestiva e strategica ai piedi dei graniti colorati di Punta Tafunata

Accesso: Col de Bavella, raggiungibile da Solenzara per la strada D268 (47 km)

località di partenza: Col de Bavella, raggiungibile da Solenzara per la strada D268 (47 km) - quota di partenza 1218 metri - dislivellos: 150 metri
tempo di percorrenza: 1 ora e 40 minuti - difficoltà: Difficoltà mista [E/EE]


Dal Col de Bavella si ridiscende lungo la carrozzabile fino al primo tornante a sinistra (località Funtana di u Cannone), si imbocca la pista forestale che si snoda verso SE, si trasforma in sentiero tra le conifere e cala leggermente a immettersi in una nuova sterrata.
Oltrepassato il canalone di Vulpajola 1010 m ci si stacca da questa sterrata per ascendere alla soprastante Foce Finosa 1206 m. Sul versante opposto, piuttosto scoseso, il sentiero scende con alcune svolte prima di intraprendere una traversata orizzontale che conduce ai dolci pianori che ospitano il rifugio d'i Paliri.

Trasporti pubblici

Autobus al Col de Bavella


 Traversate

Al rifugio d'Asinau 1530 metri (E/EE; 7.30 ore, 15^ tappa del GR20).
Dal rifugio si effettua un traversone sotto le pareti di Punta Tafunatu prima di ascendere con alcune svolte alla Foce Finosa 1206 m. Sul versante opposto una breve discesa porta all'immissione in una sterrata, che si segue verso Bavella fin oltre il vallone di Vulpajola 1010 m.
Un sentiero si stacca sulla sinistra e sale verso W tra le conifere per immettersi in una seconda pista sterrata 1179 m. Questo tracciato porta alla carrozzabile poche centinaia di metri a valle del Col de Bavella (Foce di Bavedda) 1218 m, dove si trovano il rifugio-albergo Col du Bavella e la gite Les Aiguilles de Bavella.
Attraversato il colle verso W, il sentiero, lasciata a destra la "variante alpina" del GR20, prosegue lungo i fianchi meridionali dei picchi granitici soprastanti compiendo il periplo di alcuni profondi canaloni. Dal modesto Pian di a Pulvara 1046 m il tracciato ruota gradualmente verso N per inoltrarsi in quota lungo il fianco orientale del vallone d'Asinau tra pini e betulle.
Questo lungo tratto ha termine con il guado del torrente Asinau 1350 m, oltre il quale si sale alla convergenza con il sentiero proveniente da Quenza per concludere la tappa di lÏ a poco con l'arrivo al rifugio d'Asinau.

A Conca 1055 metri (E; 5 ore, 16^ tappa del GR20).
Dal rifugio si cala nel bosco lungo una valletta fino a quando questa piega bruscamente verso N. La si abbandona proseguendo in direzione SE, per guadagnare la Bocca di Monte Bracciutu 971 m. La successiva Punta di Monte Sordu viene evitata con un lungo aggiramento da N in quota. Riportandosi in direzione dello spartiacque principale, con alcune serpentine si sale alla Bocca di u Sordu 1040 m.
Passando questa volta sul versante meridionale della cresta si attraversano alcuni pianori sterili prima delle rovine di Capeddu 850 m. Il sentiero cala ora fino a guadare il torrente di Punta Pinzuta e prosegue costeggiandone la riva sinistra fino ad alcuni meandri 550 m. Riattraversato il torrente si sale un poco per uscire dal canyon, poi si intraprende un lungo tratto a mezza costa nella macchia fino alla caratteristica Bocca d'Usciolu 587 m.
Affacciandosi sul versante di Conca si effettuano alcune svolte per raggiungere la frazione Radicale 389 m, dove una carrozzabile conduce direttamente al centro del paese 252 m. Per pernottare ci sono la gite La Tonnelle; e l'Hotel San Pasquale.


 Ascensioni

Punta Tafunatu d'I Paliri 1312 m, via normale (EEA; 1.30 ore). Dal rifugio si sale in direzione NW alla base della parete (ometti), poi si compie un traverso verso destra per cenge tra pinnacoli di roccia fino a giungere sotto il foto della vetta.
Da qui un percorso attrezzato con funi metalliche (necessaria un'imbragatura con longe) conduce alla sommità.

Punta Tafunatu d'I Paliri 1312 m. Sulle belle struttute di Punta Tafunatu sono stai tracciati molti itinerari di arrampicata. Per info approfondite consultare il sito escalade.corse e M. Lacroix e P. Sanchou, Corse l'ile verticale, Editions Adrènaline 1999

 


 Bibliografia

Fédération francaise de la randonnée pédestre, A traverse la montagne corse 2012
Fédération francaise de la randonnée pédestre, Entre mer et montagne 2012


 Cartografia

IGN 1:25.000 n. 4253 ET Aiguilles de Bavella, Solenzara
IGN 1:25.000 n. 4254 ET Porto Vecchio
Kompass 1:50.000 n. 2251 Corse du Sud


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

d'I Paliri

  • Riscaldamento
  • Wc
  • Acqua fredda
  • Presenza luce elettrica
  • Possibilità di cucinare
 Posti letto
22
Altre dotazioni

Necessario sacco a pelo
Posto tenda