Albergo-rifugio Orestano (Attualmente in ristrutturazione) [1105 m]


Proprietà: Club Alpino Siciliano, http://www.clubalpinosiciliano.it/ - Custode: - - Telefono: LQ== - Link: http://www.clubalpinosiciliano.it/?p=544Periodo di apertura: Tutto l'anno -

loading map..
Nazione : Italia - Regione : Sicilia -
Area montuosa : Madonie - Valle : Valle del Fiume Pollina - Latitudine: 37.89927, Logitudine: 13.99360

Questa grande struttura sorge presso Piano Zucchi, lungo la carrozzabile Collesano - Piano Battaglia, e costituisce un'ottima base per le maggiori vette delle Madonie

Accesso: Autostrada A19, uscita "Buonfornello"

località di partenza: Autostrada A19, uscita "Buonfornello" - quota di partenza - - dislivellos: -
tempo di percorrenza: - - difficoltà: Accesso meccanizzato [AMM]


Dall'uscita "Buonfornello" proseguire sulla S.S. 113 verso Cefalù per circa 4 km; a Campofelice di Roccella bisogna deviare sulla S.P. 9 oltrepassando Collesano fino a destinazione (30 km dall'autostrada)

Trasporti pubblici

Aeroporto e traghetti a Palermo

Autobus a Collesano e Isnello, Azienda Siciliana Trasporti SpA


 Traversate

Al rifugio Crispi 1192 metri (E/EE; 2.30 ore).
Dal curvone più orientale della circonvallazione di Piano Battaglia si imbocca una pista sterrata chiusa al traffico che sale lentamente verso NE fino a una sorta di ampio valico compreso tra il Pizzo Carbonara e il Monte Spina 1730. Un sentiero cala sull'opposto versante della Valle di Zottafonda fino a immettersi in una sterrata 1424 m che contorna in quota verso destra le pendici di Monte Stefano fino alla località Piano Pomo 1370 m. In leggera salita si doppia una selletta dalla quale, tenendo la destra, si cala al rifugio.


 Ascensioni

Pizzo Carbonara 1979 m (E; 1.30-2 ore). Dall'estremità occidentale della circonvallazione di Piano Battaglia, presso un parcheggio situato poco a monte di un marcato tornante, si imbocca la stradetta che si stacca verso il Pizzo Carbonara. Si abbandona la carrareccia presso una dolina alberata per proseguire verso destra lungo il sentiero che, percorrendo il fianco occidentale del Pizzo Scalonazzo, entra tra i faggi e raggiunge la selletta posta tra lo Scalonazzo stesso e la quota 1912 m, dove sorge il rifugio Severino 1906 m. Dal rifugetto si prosegue verso N lungo il sentiero che percorre il crinale sovrastante la Valle della Conserva e, tra macchie di faggio e doline, si oltrepassano alcune sommità minori fino all'ultima rampa, percorsa da una buona traccia, che conduce alla vetta principale.


 Bibliografia

G. Maurici e R. Manfré Scuderi, Guida dei monti d'Italia, CAI-TCI, Milano 2001


 Cartografia

IGM 1:25.000 "Pizzo Carbonara"
IGM 1:50.000 "Termini Imerese"


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

  • Riscaldamento
  • Wc
  • Acqua fredda
  • Acqua calda
  • Presenza di docce
  • Presenza luce elettrica
  • Ristorante
 Posti letto
70