Rifugio non custodito Fioretti Domenico [1500 m]


Proprietà: Comunità Montana Amiternina - Link: http://www.lagagransasso.it/gs/rif_fioretti.htmPeriodo di apertura: Sempre aperto, previo ritiro delle chiavi - Prenotazioni: 0039 0862 607410, 0039 349 7651132 -

loading map..
Nazione : Italia - Regione : Abruzzo -
Area montuosa : Gran Sasso - Valle : Valle del Vomano - Latitudine: 42.47738, Logitudine: 13.45922

Presso i resti della Masseria Vaccareccia, in Valle del Chiarino

Accesso: Masseria Cappelli, raggiungibile dall'Aquila come da Teramo lungo la S.S. 80 fino alla diga della Provvidenza indi per strada sterrata di circa 4 km

località di partenza: Masseria Cappelli, raggiungibile dall'Aquila come da Teramo lungo la S.S. 80 fino alla diga della Provvidenza indi per strada sterrata di circa 4 km - quota di partenza 1262 metri - dislivellos: 240 metri
tempo di percorrenza: 45 minuti - difficoltà: Turistico [T]


Dalla Masseria Cappelli (anche a piedi dalla diga della Provvidenza in 1.10 ore) si prosegue senza difficoltà lungo la sterrata di fondovalle attraverso il Pian del Castrato fino al rifugio, situato tra i resti della Masseria Vaccareccia.

Trasporti pubblici

Autobus al bivio S.S. 80 Lago di Campotosto - autolinee ARPA: http://www.arpaonline.it/


 Traversate

Al Rifugio non custodito Panepucci Alessandri Antonella 1700 metri (E/EE; 1.45 ore).
Poco a valle del rifugio si imbocca sulla sinistra il sentiero che, oltre l'ampia insellatura del Colle dei Briganti 1533, traversa i Prati della Corte prima di iniziare un lungo saliscendi tra il Fosso dell'Acqua Grossa e la Valle del Paradiso. Dalla sponda occidentale di quest'ultima (ometto; quota 1610 m circa) si imbocca la traccia sulla sinistra che sale al Panepucci.

Al Rifugio non custodito del Monte 1614 metri (EE; 4 ore).
Si prosegue in leggera salita oltre i ruderi di Solagne 1697 m per poi guadagnare quota sulla sinistra. Lasciata la parte alta del fosso che sale verso la Sella di Monte Corvo, si piega leggermente a destra per calcare la Sella Venacquaro 2243 m. Ci si abbassa lungo l'opposta Valle Venacquaro fino a raggiungerne il fondo e seguirlo fino intorno ai 1850 metri di quota. Un sentiero si stacca sulla sinistra a risalire un costone oltre il quale, tra fasce rocciose, si attraversa la Conca Capovelle per scendere in obliquo verso sinistra fino a mettere piede nel Vallone Fosso del Monte, al cui margine sorge il rifugio.


 Ascensioni

Monte Corvo (Vetta Orientale) 2623 m (E/EE; 3 ore). Dal rifugio si prosegue in leggera salita oltre i ruderi di Solagne 1697 m per poi guadagnare quota sulla sinistra. Seguendo un fosso rettilineo si guadagna la Sella di Monte Corvo 2305 m. Ci si addossa quindi alle rocce del versante meridionale, superandole tramite un canalino e un groppone detritico fino in vetta.


 Bibliografia

A. Alesi, M. Calibani, A. Palermi, Gran Sasso le più belle escursioni, Società Editrice Ricerche, Folignano 2005
S. Ardito, I rifugi dell'Appennino centrale, Guide Iter, Subiaco 2010
L. Grazzini, P. Abbate, Gran Sasso d'Italia, Guida dei monti d'Italia, CAI TCI, Milano 1992


 Cartografia

Ente Parco 1:50.000 Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
CAI 1:25.000 Gran Sasso d'Italia


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

Fioretti Domenico

  • Riscaldamento
  • Possibilità di cucinare
 Posti letto
12
Altre dotazioni

Necessari sacco a pelo e materassino
Acqua all'esterno
Locale sempre aperto con camino