Capanna Pairolo [1344 m]


Proprietà: SAT Lugano, 6900 Lugano - Custode: Della Torre Michela - Tel: +41 (0) 91 863 28 46 - Telefono: NjUgMTEgNDQ5IDE5ICkwKCAxNCs= - Email: bW9jL2xpYW1nLy9vbG9yaWFw - Link: http://www.capanneti.ch/huts/main.jsp?id_language=1&id_hut=74Periodo di apertura: Aperta e custodita da maggio a fine ottobre. Da novembre a fine aprile chiavi presso il negozio "La Botega" a Cimadera -

loading map..
Nazione : Svizzera - Regione : Canton Ticino -
Area montuosa : Ticino E. e Alpi Mesolcinesi - Valle : Val Colla - Latitudine: 46.06277, Logitudine: 9.04486

Sorge a circa 300 metri dal confine italo- svizzero, poco sotto il crinale della cresta ove si apre il Passo Pairolo.

Accesso: Cimadera

località di partenza: Cimadera - quota di partenza 1100 m circa - dislivellos: 240 m
tempo di percorrenza: 1 ora - difficoltà: Turistico [T]


Dalla piazza del Municipio di Cimadera proseguire su una strada che presto diventa sterrata e passa sopra il paese curvando a destra. Seguire la strada fino alla Capanna Pairolo che si raggiunge con una breve discesa.

Trasporti pubblici

Autopostale a Cimadera


 Traversate

Al Rifugio San Lucio 1541 metri (EE ; 2 ore)
Dalla capanna si sale al Passo del Pairolo 1406 m e da qui si segue il sentiero segnalato verso E che si alza gradualmente nel versante S della Cima dell' Oress. Si sale quindi alla Cima di Fojorina 1809 m, poi si segue la cresta in discesa fino al Passo di Fojorina 1691 m. Sempre seguendo la cresta di confine , a saliscendi e passando dal Colmo di San Bernardo 1618 m e dal Monte Cucco 1624 m, si arriva al Passo di San Lucio 1542 m. Dal passo si scende per pochi metri nel versante E fino al rifugio.


 Ascensioni

Monte Boglia 1516 metri (EE ; 3 ore)
Dalla Capanna Pairolo si prosegue per sentiero, salendo con alcuni tornanti il dosso prospiciente, entrando poi nel bosco per avvicinarsi alla cresta spartiacque. A un primo bivio prendere a sinistra (bolli giallo-rossi) per raggiungere e scavalcare il crinale. Continuare in piano fino ad un secondo bivio da dove si prende ancora a sinistra proseguendo con alcuni sù e giù fino ad un terzo bivio. Imboccare la deviazione di sinistra (segnavia n° 19 su una pianta) per poi scavalcare nuovamente il crinale tornando in Svizzera (qui giunge, da destra, il sentiero abbandonato al primo bivio, all'inizio del percorso). Fiancheggiare il crinale fino ad una sella con rocce sulle quali è scritto: "cresta-Sasso Palazzo ". Seguendo l'indicazione si scavalca nuovamente il crinale e si procede a mezza costa fino ai piedi di una bianca parete rivolta a S. Ora si scende tenendosi, dapprima, sul crinale e, poi, sul lato italiano fino all'ampia sella boscosa della Bocchetta 1399 m. Da qui si segue il sentiero che nel bosco aggira verso Sud il Sasso Grande e poi ci si tiene presso il crinale poggiando sul versante italiano. Dopo una serie di saliscendi si tocca la Cima di Castello 1432 m, da dove ci si abbassa, da ultimo ripidamente, fino alla Bocchetta di Brumea 1263 m. Da qui il tracciato si porta sul lato elvetico evitando un'emergenza rocciosa e poi risale leggermente fino alla croce di quota 1283 m da dove si scende ripidamente al Pian di Scagn 1174 m. Un tracciato sempre più ripido, da ultimo caratterizzato da gradini ricavati da tronchetti di legno prosegue salendo sul crinale. Usciti dal bosco si superano gli ultimi metri su terreno scoperto fino alla panoramica sommità.


 Bibliografia

Guida delle Alpi Ticinesi vol. 5


 Cartografia

CNS 1334 "Porlezza"
CNS 287 "Menaggio


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

Pairolo

  • Riscaldamento
  • Wc
  • Acqua fredda
  • Acqua calda
  • Presenza di docce
  • Presenza luce elettrica
  • Ristorante
  • Possibilità di cucinare
  • Sconti associati CAI
 Posti letto
40
 Posti letto rifugio invernale
28
 Palestra di roccia
Nei pressi si trovano i Denti della Vecchia, la più famosa palestra d' arrampicata del Ticino