Rifugio Selvata [1630 m]


Proprietà: Privata - Telefono: Mjc5MTMyODA0MyA5MysgL2xsZUMgMDA5MjY4MSAxNjQgKTAoMDkzKw== - Link: http://www.rifugioselvata.it/Periodo di apertura: 20 giugno - 20 settembre - Prenotazioni: Numero per prenotazione telefonica : +39 0461 1862900 -

loading map..
Nazione : Italia - Regione : Trentino Alto Adige -
Area montuosa : Dolomiti di Brenta - Valle : Valli Giudicarie - Latitudine: 46.16122, Logitudine: 10.92631

Si trova sulla modesta spianata della piccola selva di Molveno. Vi si accede dalla Val delle Seghe col il sentiero 319 che porta ai rifugi della Tosa. Dispone di una trentina di posti letto e offre il servizio d'alberghetto nella stagione estiva.

Accesso: a) da Molvenob) dalla località Seghe

località di partenza: a) da Molvenob) dalla località Seghe - quota di partenza a) 864 metri
b) 832 metri - dislivellos: a) 766 metri
b) 798 metri
tempo di percorrenza: a) 2 ore
b) 2 ore e 45 min. - difficoltà: Escursionisti [E]


a) dal Bar Ciclamino a Molveno, con il sentiero 319 - ore 2.00
Il percorso entra nella parte bassa della Val delle Seghe. Su mulattiera prosegue per superare il Pian del Brocòn e attraversare il solco del Rio Maso. Prima della stazione della teleferica lascia a destra la più invitante via che porta al Rifugio Croz dell'Altissimo e prende invece il sentiero che si dirige ad Ovest per risalire il fianco boscoso, uscendo nella radura della Selvata.
b) da Seghe con il sentiero 332
- Itinerario divertente e panoramico. Dai pressi della segheria e del campeggio sul Lago di Molveno inizia il percorso che segue il sentiero nel bosco offrendo magnifiche vedute. Con alcuni tratti ripidi giunge sugli alti pascoli della ex Malga di Andalo, ora adibita a rifugio ristorante, procede verso nord e, oltrepassato il bosco dei Casinati, porta alla base delle pareti del Croz della Selvata; supera poi senza difficoltà la fascia rocciosa dove sono apposte alcune funi di sicurezza e dopo aver attraversato un rado lariceto va a concludersi al rifugio


 Traversate

Ai Rifugio Pedrotti e Tosa: con il segnavia 319, ore 2.30
Dal rifugio si prosegue verso i ghiaioni del circolo per raggiungere i ruderi dl Baito dei Massodi; poco sopra si entra nella conca della Busazza; risaliti i ghiaioni e superato, con qualche breve tratto esposto, il costolone che scende dal Croz del Rifugio, si arriva al vecchio rifugio Tosa e subito dopo al moderno "T.Pedrotti".
b) Al Rifugio Croz dell'Altissimo: con il segnavia 340 si raggiunge il rifugio in 0,40 minuti di comoda discesa.


 Ascensioni

-


 Bibliografia

A. Valcanover, T. Deflorian, Guida dei sentieri e rifugi


 Cartografia

Kompass 1:25 000


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

Selvata

  • Riscaldamento
  • Wc
  • Acqua fredda
  • Acqua calda
  • Presenza di docce
  • Presenza luce elettrica
  • Ristorante
 Posti letto
28