Rifugio Torino Vecchio [3322 m]


Proprietà: CAI Torino Tel: 011/539260 e CAI Aosta Tel: 0165/40194 - Custode: Leo Plavan Tel: 335/6184758 - Telefono: NDg0NjQ4LzU2MTA= Periodo di apertura: tutto l’anno -

loading map..
Nazione : Italia - Regione : Val d'Aosta -
Area montuosa : Monte Bianco W. (I) - Valle : Valle di Courmayeur - Latitudine: 45.84440, Logitudine: 6.93404

Sorge su un pianoro poco sotto la cima della Punta Helbronner e a monte del Colle del Gigante.

Accesso: La Palud

località di partenza: La Palud - quota di partenza 1370 metri - dislivellos: 0 metri se si utilizza come fan tutti la funivia, altrimenti 1952 metri
tempo di percorrenza: praticamente nullo se si usa la funivia, altrimenti 5 ore - difficoltà: Alpinistico facile [F]


Da La Palud con la comoda funivia.
A piedi seguire il sentiero che sale in direzione NW, lungo i prati che scendono dal dosso dove sorge il Rifugio-Albergo Pavillon. Giunti sul dosso proseguire verso NW lungo un pendio via via più erto fino alle rocce de la Porte 2700m c.ca, il contrafforte della Punta Helbronner. Da qui superare un primo risalto roccioso e proseguire lungo il dosso del contrafforte. Salire lungo un altro risalto roccioso e, successivamente, per roccette e sfasciumi sulla cresta si raggiunge il rifugio.


 Traversate

All'Aiguille du Midi attraverso la parte superiore della Mer de Glace (percorso su ghiacciai, F; 3 ore) Vedi sotto.
AlRifugio Cosmiques3613 m (F; 3 ore).
Dal Rifugio scendere sul ghiacciaio fino al Col Flambeaux 3407 m. Scendere poi a sinistra per il pendio nevoso sotto il colle. Traversare stando sotto lo scivolo ghiacciato della parete N della Tour Ronde. Da qui proseguire in piano lungo il ghiacciaio della Mer de Glace, stando sotto le pareti del Mont Blanc du Tacul. Continuare lungo il ghiacciao fino al Col du Midi. Salire per il pendio nevoso che porta al rifugio.


 Ascensioni

Dente del Gigante 4013 m, via Normale (100 m; AD+).
Grand Capucin
3838 m, per la vie della parete Est, Mont Blanc de Tacul e satelliti.


 Bibliografia

Monte Bianco Vol. I, di G.Buscaini, Guida dei Monti d’Italia CAI TCI, 1994.
Monte Bianco, Guide Vallot, ed.Mediterranee, 1999.
Rifugi e Bivacchi delle Alpi Occidentali di Cesare Re, 2005 Ed. guide Macchione.
Rifugi e Bivacchi del CAI, di Franco Bo, ed Priuli e Verlucca, 2002.


 Cartografia

CNS 1:50000, Courmayeur, foglio 292.
Kompass 1:50000, Monte Bianco, foglio 85.
De Agostani 1:50000, Monte Bianco.


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

  • Riscaldamento
  • Wc
  • Acqua fredda
  • Presenza luce elettrica
  • Ristorante
  • Sconti associati CAI
 Posti letto
42