Rifugio non custodito Caprari Amerino [2130 m]


Proprietà: CAI Sezione Valtellinese - Custode: n.n - Telefono: bi9u Periodo di apertura: Sempre previo ritiro chiavi c/o Sez. CAI Sondrio -

loading map..
Nazione : Italia - Regione : Lombardia -
Area montuosa : Alpi Orobie Valtellinesi W. - Valle : Val del Livrio - Latitudine: 46.05782, Logitudine: 9.83445

È poco a valle della diga del Publino.

Accesso: Loc. Cantone raggiungibile per carrozzabile da Sondrio seguendo la strada per Albosaggia (490 m; 4,7 km a S di Sondrio) e da qui imboccando la strada per Sant Antonio e San Salvatore. Cantone si trova sulla strada, poco oltre Sant Antonio, prima che diventi sterrata e arrivi a San Salvatore

località di partenza: Loc. Cantone raggiungibile per carrozzabile da Sondrio seguendo la strada per Albosaggia (490 m; 4,7 km a S di Sondrio) e da qui imboccando la strada per Sant Antonio e San Salvatore. Cantone si trova sulla strada, poco oltre Sant Antonio, prima che diventi sterrata e arrivi a San Salvatore - quota di partenza 990 m - dislivellos: 1120 m
tempo di percorrenza: 3-4 ore - difficoltà: Escursionisti [E]


Da Cantone si prende a destra una stradina che, lambita una baita affacciata sulla forra del Livrio, si addentra pianeggiante nella valle percorrendone il boscoso versante sinistro. Con percorso suggestivo, il tracciato lambisce prima le baite Zappello 1137 m e poi quelle della Crocetta 1251 m. Più oltre, in località Forno 1315 m, il sentiero, quasi strada sterrata, attraversa il torrente e con alcuni tornanti risale una costa boscosa per sbucare sui prati della Costa 1425 m. Passando poco sotto le case si scende presso il torrente e se ne percorre lungamente la sponda giungendo nell'ampia conca prativa ove si trova la casera di La Piana 1464 m. Sempre tenendosi a destra del torrente il tracciato si avvicina al termine del pianeggiante fondovalle. Qui diventa un po' meno evidente e mal segnalato, anche per la presenza di ramaglie residui di vecchie slavine. Passando presso un cartello indicante piene improvvise, si inizia una china che percorre il bosco, ripidissima e scomoda, si devia poi a sinistra entrando in una valletta sospesa lambendo un enorme macigno e poco dopo una baita. Sulla sinistra é intanto ben visibile la condotta forzata che scende dal Lago del Publino e il grande edificio della centrale del Publino. Il sentiero risale ora la valletta tenendone il versante sinistro idrografico raggiunge il canale di gronda che si dirige verso la centrale e prosegue oltre per poi piegare a sinistra e attraversare il torrente e procedere per magro pascolo e pietraie fino a congiungersi col tracciato del Sentiero Credaro (segnali giallo-rossi) che con una breve traversata verso sinistra, trasformandosi da ultimo in larga stradetta, porta al muraglione della diga del Publino.


 Traversate

Il rifugio sorge sul percorso della GVO "Gran Via delle Orobie". Al Bivacco Bivacco Pedrinelli Flavio 2353 m per il Passo del Publino (E; 1 ora e 30 minuti)


 Ascensioni

Al Corno Stella 2620 m per il versante NE. (EE; 1,30 ore).


 Cartografia

IGM 1:25.000 «Piateda» e «Pizzo del Diavolo»; 1:50.000 «Sondrio»; Kompass 1:50.000 «Bernina - Sondrio»


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

Caprari Amerino

  • Acqua fredda
  • Acqua calda
  • Presenza luce elettrica
 Posti letto
12
 Posti letto rifugio invernale
2
Altre dotazioni

Cucina a gas e stoviglie, luce e stufa. Locale invernale con due pl. e piccola stufa.