Bivacco Federigo Zullo [2907 m]


Proprietà: 

CAI Sezione di Aosta
Corso Battaglione Aosta 81 
11100 Aosta
Tel. e fax  0165 40194

- Custode: n.n. - Telefono: L24vbg== - Email: dGkvYWR2aWFjLy9hdHNvYQ== Periodo di apertura: sempre -


loading map..
Nazione : Italia - Regione : Val d'Aosta -
Area montuosa : Gran Paradiso Cent. (AO) (I) - Valle : Val d'Aosta - Latitudine: 45.68261, Logitudine: 7.36786

Sorge sul Colle Carrel, tra il Monte Emilius e la Becca di Nona.

Accesso: a) Pila, località Gorraz b) Alpe Chamolé

località di partenza: a) Pila, località Gorraz b) Alpe Chamolé - quota di partenza a) 1914 metri
b) 2300 metri - dislivellos: a) 1093 m
b) 607 m
tempo di percorrenza: a) 3 ore e 30 minuti
b) 2 ore - difficoltà: Escursionisti [E]


Dalla partenza della funivia per l'Alpe di Chamolé seguire il sentiero che sale su pascolo per poi entare nel bosco. Dopo aver attraversato il tracciato della seggiovia e la pista di sci rientrare nel bosco e salire fino all’Alpe Chamolé, all’arrivo dell’impianto di risalita 2303 m. Da qui il sentiero sale poco erto, traversando verso NE fino al Colle Plan Fenetre 2221 m. Scendere ora per tornanti dal versante opposto fino al piano di Comboè 2100 m e seguire il sentiero che prosegue in piano, in direzione E per poi salire fino al Plan Valè 2378 m. Il sentiero sale a tornanti per gande ad un bivio. Non seguire le tracce che vanno a NE al Becco di Nona, ma salire dritti, verso E, per pendio misto erba e detriti sempre più ripido fino al Colle Carrel.


 Traversate

Al Rifugio Bivacco Menabrèaz Ernesto 2542 m (EEA. 4 ore e 30 minuti).
Dal colle scendere per pendio detritico verso E fino al Ghiacciaio d’Arpisson, sotto la parete N del Monte Emilius. Attraversare sul ghiacciaio verso E, e salire per un pendio nevoso e detritico fino ad una spalla che scende dal Monte Blantsette. Traversare a destra al Colle Peccoz 3042 m. Scendere ora dal versante opposto per un lungo canalino nevoso che porta ai ripidi pendii erbosi sottostanti. Scendere per essi e poi seguire il sentiero che continua a scendere per una zona di grandi massi fino al Lago Inferiore, sopra il quale sorge il rifugio.


 Ascensioni

Al Monte Emilius 3559 m, per la via Ferrata sulla cresta N (AD. 5 ore).


 Bibliografia

Berutto G.e Fornalli L. "Emilius Rosa dei Banchi", Collana Guida dei Monti d’Italia, CAI TCI


 Cartografia

Kompass 1:50.000 Gran Paradiso-Valle d'Aosta.
Parco Nazionale del Gran Paradiso, I.G.C. Torino 1975


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

Federigo Zullo

 Posti letto
9