Rifugio non custodito del Pastore (o Macchia di Taranta) [1703 m]


Proprietà: Comune di Taranta Peligna (CH) - Custode:  CAI Lanciano, tel. +39 0872 713974 - Email: dGkvb25haWNuYWxpYWMvL29mbmk= - Link: http://www.cailanciano.it/Periodo di apertura: Aperto nei weekend di luglio e agosto altrimenti previo ritiro delle chiavi - Prenotazioni: +39 0872 713974 -

loading map..
Nazione : Italia - Regione : Abruzzo -
Area montuosa : Maiella - Valle : Valle Aventino - Latitudine: 42.03361, Logitudine: 14.14222

E' situato in località Mandre Ciavine alla destra idrografica del Vallone di Taranta

Accesso: Km 26 della S.S. 84 "Frentana" a monte del villaggio di Taranta Peligna

località di partenza: Km 26 della S.S. 84 "Frentana" a monte del villaggio di Taranta Peligna - quota di partenza 700 metri - dislivellos: 1000 metri
tempo di percorrenza: 2 ore e 45 minuti - difficoltà: Escursionisti [E]


Dalla statale si imbocca il "Sentiero della Direttissima" (segnavia 10C) che, dapprima ripido e in seguito con pendenza più modesta e ampie svolte, risale la Macchia di Taranta per sbucare sui pascoli dove sorge la capanna. In funzione nel solo periodo estivo, l'adiacente cabinovia della Grotta del Cavallone riduce a 1 ora e 30 minuti il tempo di accesso (quota di partenza: 1400 m; dislivello in salita: 450 m; dislivello in discesa: 150 m)

Trasporti pubblici

Ferrovia: Stazione di Palena (Linea Sulmona-Castel di Sangro)
Autobus: a Lama dei Peligni e Palena (linea Guardiagrele-Palena)


 Traversate

Al Rifugio non custodito Fonte Tari' 2540 metri (E; 45 min.)
Dal rifugio si sale lungo la mulattiera della "Direttissima" fino ad affacciarsi sul ciglio della Valle di Taranta 1864 m. Imboccando il sentiero che taglia diagonalmente il vallone si mette piede sulla sponda opposta (1630 m circa) e, con breve discesa, si raggiunge il rifugio.


 Ascensioni

Monte Amaro 2793 m (E/EE; 3.30 ore). Si prosegue lungo la mulattiera di Macchia di Taranta, che conduce a un quadrivio sull'orlo del Vallone di Taranta 1864 m. Sempre verso l'alto, con ampie svolte, si rimonta il tormentato versante sud orientale della Maiella fino ai pianori superiori. Sfiorata Grotta Canosa 2604 m il percorso si fa evidente lungo il filo di cresta che culmina con il bivacco Pelino 2790 m e il Monte Amaro.


 Bibliografia

A. Alesi e M. Calibani, Majella Parco Nazionale, Società Editrice Ricerche, Folignano 2007
S. Ardito, I rifugi dell'Appennino centrale, Guide Iter, Subiaco 2010


 Cartografia

Parco Nazionale della Majella 1:50.000 Carta turistica
IGM 1:25.000 Cansano e Fara S. Martino


 Scrivi un commento o condividi con la community di rifugi-bivacchi la tua esperienza!

del Pastore (o Macchia di Taranta)

  • Riscaldamento
  • Wc
  • Presenza luce elettrica
  • Possibilità di cucinare
 Posti letto
20
Altre dotazioni

Acqua potabile 30 minuti a monte del rifugio
Locale sempre aperto